Accesso ai servizi

Avendo Bodino Giuseppe

Data di Nascita: 13 luglio 1920
Data di Morte: 2 aprile 1982
Cenni Biografici: con delibera del 06 dicembre 1982 il comune di Villa del Bosco, onorandosi di aver dato i natali al Prof. Giuseppe Avondo Bodino, decise di perpetuarne la memoria intestando a suo nome la via principale della frazione di Ferracane, dove si trova la sua casa natale.
La cerimonia inaugurale ebbe luogo il 5/04/1987 alla presenza di tutta la popolazione e dell'intero corpo docente della Università Bocconi di Milano. Qui infatti il "matematico insigne" ebbe il primo incarico universitario nell'anno accademico 1959/60 e, fino alla morte, fu, in tempi diversi, incaricato per Statistica, Matematica Finanziaria, Matematica, Matematica Generale, Metodi Matematici per Analisi Economica.
Gli stessi incarichi egli ricoprì presso varie università italiane, Urbino, Camerino, Torino oltre che nella facoltà di scienze politiche di Milano, di cui fu Preside nel periodo 1975/78. Nell'anno della morte Avondo Bodino era infine Ordinario di Matematica per le Scienze Economiche e Sociali presso l'Università di Milano.
Come si vede, la sua fu una attività didattica di imponente mole, tanto da farlo diventare uno dei massimi studiosi italiani del secondo '900 nel campo della matematica applicata. Infatti Avondo Bodino sviluppò la propria indagine scientifica in tre direzioni: Statistica, applicazioni del calcolo delle probabilità ai problemi di decisione, Matematica finanziaria ed attuariale.
Della sua attività scientifica è peraltro testimonianza evidente una sterminata bibliografia relativa con ben 45 pubblicazioni tuttora fondamentali comprese tra il 1958 ed il 1982. Sul piano strettamente biografico sarà opportuno ricordare che partecipò in qualità di ufficiale alla battaglia di El Alamein, dove fu fatto prigioniero dagli inglesi e deportato in India nel 1942, donde solo nel 1946 fece ritorno in patria. E fu in questa particolarissima occasione che egli compì da autodidatta gli studi di matematica e fisica grazie ai quali riuscì, al ritorno in Italia, a conseguire la Laurea in matematica e fisica.